SEI IN > VIVERE AVELLINO > CRONACA
articolo

Maxi truffa ai danni dello Stato, professionista finisce in carcere

2' di lettura
16

I finanzieri del Comando Provinciale di Avellino hanno eseguito la misura cautelare della custodia in carcere, disposta dal gip del Tribunale di Avellino su richiesta della locale procura, nei confronti di un professionista irpino, legale rappresentante di una società attiva nella consulenza su sicurezza e igiene dei posti di lavoro. Il gip ha disposto il sequestro di somme e beni per circa 1,9 milioni di euro nei confronti dell'uomo e di altri sei soggetti, di cui due residenti a Roma, tutti indagati per i reati di malversazione in danno dello Stato, autoriciclaggio e riciclaggio.

Al centro delle indagini le movimentazioni finanziarie anomale poste in essere dal professionista, già ai domiciliari per altri reati, in relazione all'erogazione di un finanziamento assistito dalla garanzia statale prestata dal Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese.

Secondo l'accusa l'indagato aveva presentavo a un istituto di credito un piano di investimento finalizzato alla realizzazione di 15 unità mobili adibite a presidi infermieristici, per un valore complessivo dell'investimento pari a 2,6 milioni di euro, di cui 546 mila derivanti da risorse proprie. Il programma di investimento è stato approvato e concesso per un importo pari ad euro 2.067.800 euro.

Da quanto emerso invece il programma di investimento non solo non è stato realizzato, ma il denaro ricevuto a titolo di finanziamento sarebbe stato da subito utilizzato per scopi prettamente personali, quali acquisto di automobili, orologi di pregio, arredi, imbarcazione da diporto, attraverso plurimi trasferimenti a parenti e soggetti terzi, così ostacolandone la tracciabilità. Gli accertamenti eseguiti dalla Guardia di Finanza dal Comando Provinciale di Avellino hanno consentito di tracciare puntualmente i flussi finanziari e la destinazione effettiva delle somme, oggetto del finanziamento.



Questo è un articolo pubblicato il 31-05-2024 alle 16:59 sul giornale del 01 giugno 2024 - 16 letture






qrcode