Maxi frode con false fatture, arrestato imprenditore. Sequestro per 6,5 milioni di euro

1' di lettura 01/07/2022 - La guardia di finanza di Salerno ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un imprenditore di Scafati indagato per una grave frode fiscale

La guardia di finanza di Salerno, su disposizione del gip del tribunale di Salerno, ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di Vincenzo Cirillo, imprenditore di Scafati indagato per una maxi frode fiscale realizzata nella commercializzazione di prodotti informatici e telefonici. Oltre all'arresto i militari hanno eseguito, tra le province di Salerno e Avellino, perquisizioni nelle sedi di 13 società e nelle abitazioni di altri due soggetti coinvolti a vario titolo nella truffa e denunciati per autoriciclaggio degli illeciti proventi.

Cirillo, 48 anni, residente in Bulgaria ma che nei fatti risulta abitare a Scafati. sarebbe l'ideatore e promotore di un sistema illegale che ha consentito, attraverso l'emissione di fatture per operazioni inesistenti per l'ammontare di oltre 25 milioni un'evasione fiscale di circa sei milioni e mezzo di euro. Sulla base degli elementi raccolti nel corso delle indagini, il gip ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla confisca di tutti i beni nella disponibilità delle società interessate e quelle riconducibili agli indagati.






Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2022 alle 12:26 sul giornale del 02 luglio 2022 - 113 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, scafati, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddRe





logoEV